Altium 365: La nuova frontiera della realizzazione dell'elettronica collaborativa abilitata per il cloud

In questa intervista, parleremo con Leigh Gawne, Chief Software Architect presso Altium®, per conoscere Altium 365 e l'impatto che lui prevede avrà la realizzazione dell'elettronica abilitata per il cloud sugli ingegneri progettisti, nonché sull'intero settore. (Per assistere alla creazione collettiva del progetto di una scheda da parte di Leigh Gawne e del suo team DAL VIVO con Altium 365 alla conferenza AltiumLive di quest'anno, guarda questo video).

Judy Warner: Leigh, per favore, puoi spiegare ai nostri lettori il tuo background e il tuo ruolo attuale in Altium®.

Leigh Gawne: Nel corso degli anni ho ricoperto diversi ruoli, lavorando allo sviluppo di software e sistemi integrati nell'industria automobilistica e come hardware development engineer in diversi settori, come consulente di progettazione indipendente.

Dopo essere entrato nel 2010 a far parte di Toradex, la società di computer integrati in moduli, con il ruolo di CTO (Chief Technology Officer), ho co-fondato Ciiva, società specializzata nella gestione della BOM (distinta base dei materiali), che è stata lanciata da Toradex nel 2013 e acquisita da Altium® nel 2015.

Negli ultimi quattro anni sono stato responsabile dell'integrazione di gran parte della tecnologia Ciiva e dei servizi in Altium®, oltre ad aver contribuito alla creazione e al lancio delle basi della piattaforma Altium 365. Attualmente ricopro il ruolo di Chief Software Architect presso Altium®.

Warner: In cosa consiste esattamente Altium 365 e che valore ha per i progettisti?

Gawne: Altium 365 è la nostra piattaforma cloud. Il suo scopo è quello di rendere le cose facili per i progettisti, nel momento in cui devono collaborare e condividere con altri gli elementi fondamentali nella catena di valore della progettazione elettronica. Prima di Altium 365, i progettisti dovevano esportare schemi PDF, modelli STEP, creare una distinta base Excel o generare dati di output di pre-produzione, per poter condividere il tutto rispettivamente con gli ingegneri software, l'ufficio acquisti o i costruttori. Ora, attraverso una semplice interfaccia browser-based, è possibile accedere e visualizzare tutto quanto sopra descritto in modo semplice e diretto, senza interrompere il flusso di progettazione o creare ingombranti esportazioni di dati.

Mentre la piattaforma cloud Altium 365 offre le funzionalità sopra descritte, esiste un ulteriore concetto per eseguire applicazioni su di essa. La nostra prima applicazione di questo tipo è Concord Pro™. Concord Pro™ è un'applicazione di gestione dei dati di progettazione, con un'attenzione specifica alla gestione delle librerie dei componenti e allo scambio ECAD/MCAD, che offre potenti funzionalità di gestione del ciclo di vita dei componenti e la capacità di integrarsi perfettamente con Dassault SolidWorks, Autodesk Inventor e PTC Creo.

La visione a lungo termine di Altium 365 è quella di connettere la progettazione, la produzione e la supply chain, in modo da trasformare l'esperienza di progettazione e costruzione dell'elettronica.

Warner: Cosa diresti alle persone che sono reticenti nel condividere i loro progetti sul cloud?

Gawne: Direi che molte persone lo fanno già, in qualche modo. Dubito che la maggior parte delle persone stiano ancora masterizzando CD per poi consegnarli al proprio costruttore, oppure stiano inviando chiavette USB ai propri collaboratori di progettazione. Le persone sono abituate a inviare allegati e-mail o utilizzare altri servizi di condivisione file per lo scambio di dati, e questi metodi stanno già utilizzando il cloud.

In molte altre aree della nostra vita quotidiana facciamo molto affidamento sul Cloud. Che si tratti dell'online banking o della nostra presenza sui social media, il Cloud sta cambiando il modo in cui viviamo, offrendo un nuovo livello di praticità alle nostre vite sempre più indaffarate. Perché il modo in cui lavoriamo quando progettiamo e creiamo progetti elettronici dovrebbe essere diverso? Ci sono barriere legittime per alcuni, ma per la maggior parte l'ostacolo critico è semplicemente un fattore mentale. In realtà, è più un passo che un salto (oltretutto piccolo!). Può sembrare scoraggiante o scomodo, ma una volta che sarai entrato nel nostro mondo sarà davvero un posto piacevole dove creare e non tornerai mai più indietro.

Warner: Concord Pro™ di Altium® è la prima applicazione disponibile sulla piattaforma Altium 365. Puoi condividere con noi quali altri tipi di applicazioni saranno presenti su questa piattaforma?

Gawne: Senza svelare troppi dettagli, potrete aspettarvi di vedere applicazioni che porteranno nuove dimensioni di funzionalità sulla piattaforma. La produzione è un'area su cui stiamo lavorando intensamente, rendendo la progettazione più semplice per le persone, tenendo conto delle capacità specifiche del produttore o della tecnologia e della prototipazione rapida dell'hardware, in un modo che l'industria elettronica non aveva mai visto prima. Quindi prevedo che potrete scoprire le nuove applicazioni relative alla produzione nel prossimo futuro.

Continueremo a implementare Altium 365, con la filosofia di rendere le cose facili e accessibili. Sebbene il software sia ai suoi inizi, potrete aspettarvi di scoprire funzionalità che renderanno facile l'integrazione di terze parti sulla piattaforma, che sono naturalmente evidenti come applicazioni.

Warner: Quale servizio di web cloud hosting viene utilizzato da Altium® per Altium 365 e che tipo di misure di sicurezza offre?

Gawne: Altium 365 è basato su AWS, una delle più grandi infrastrutture cloud al mondo, fornite da Amazon. Utilizza risorse di calcolo ridondanti con servizi di disponibilità di archiviazione in sezioni multiple distribuite su quattro aree indipendenti. Ciò significa che possiamo fornire eccellenti servizi di disponibilità, di affidabilità, di adattabilità, di prestazioni, e naturalmente di sicurezza. Facendo leva su molti dei blocchi costruttivi e tecnologie AWS, possiamo concentrarci sui nostri servizi applicativi, che sono essenziali per garantire i massimi livelli di sicurezza, senza dover ripartire da zero in altri settori. Collaboriamo con società esterne accreditate, per aiutarci a certificare questi processi, attraverso penetration test periodici della nostra infrastruttura e dei nostri servizi.

Warner: Un'ultima domanda. Osservando gli ultimi 2-5 anni di questo percorso, che aspetto pensi avrà Altium 365 nel futuro prossimo e quali vantaggi potrà offrire agli ingegneri progettisti e al settore in generale?

Gawne: Credo fermamente che Altium 365 possa essere il catalizzatore del cambiamento nel suo settore, che nonostante abbia dato origine ad alcuni dei cambiamenti più rapidi al mondo, è stato un po' lento nell'adattarsi al futuro ed evolversi. Esistono molte ragioni a riguardo, ma credo sia in corso una nuova ondata in supporto al cambiamento, che offrirà esperienze completamente nuove per tutti coloro che sono coinvolti nella progettazione elettronica e conseguentemente nel mondo in generale.

Le persone potrebbero pensare che l'industria elettronica sia già molto sviluppata e non sarebbe errato come concetto, però tutto è relativo. Quali proporzioni potrebbe avere la sua ulteriore espansione? La mia opinione personale è che non abbiamo ancora visto nulla. Probabilmente siamo ancora più vicini all'era del sistema di elaborazione IBM di quanto non lo siamo rispetto all'era dei personal computer nel contesto dell'IoT. Per realizzare questo processo futuro dovremo apportare alcuni cambiamenti significativi al modo in cui lavoriamo e pensiamo. Altium 365 è solo l'inizio.

Informazioni sull'autore

Judy Warner


Judy Warner has held a unique variety of roles in the electronics industry since 1984. She has a deep background in PCB Manufacturing, RF and Microwave PCBs and Contract Manufacturing with a focus on Mil/Aero applications in technical sales and marketing.

She has been a writer, contributor and journalist for several industry publications such as Microwave Journal, The PCB Magazine, The PCB Design Magazine, PDCF&A and IEEE Microwave Magazine and is an active member of multiple IPC Designers Council chapters.

In March 2017, Warner became the Director of Community Engagement for Altium and immediately launched Altium’s OnTrack Newsletter.
She led the launch of AltiumLive: Annual PCB Design Summit, a new and annual Altium User Conference.

Judy's passion is to provide resources, support and to advocate for PCB Designers around the world.

Segui su Twitter Segui su LinkedIn Visita il sito Altri Contenuti da Judy Warner
Articolo precedente
Creare e gestire una libreria componenti condivisa basata su database
Creare e gestire una libreria componenti condivisa basata su database

Gestire la libreria componenti è un aspetto molto critico per lo sviluppo di PCB, specialmente quando il nu...

Articolo successivo
Cos’è la gestione dei dati PCB?
Cos’è la gestione dei dati PCB?

Analizziamo un po' questa definizione.