Elmatica: sviluppare la visione di una catena di fornitura totalmente digitale

Di recente, mentre ero all’IPC APEX di San Diego, ho avuto il privilegio di incontrare e intervistare l’Amministratore Delegato di Elmatica, Didrik Bech. Ogni anno, durante la conferenza, mi propongo come editore volontario di In Tempo Reale con IPC, cosa che mi fornisce sempre l’opportunità di incontrare i leader del settore industriale come Bech. Dopo l’incontro l’ho intervistato nuovamente per OnTrack per darvi l’opportunità di scoprire di più sull’attività di questo broker di PCB basato in Norvegia. Elmatica è presente in oltre 30 nazioni ed utilizza un approccio basato sui dati per fornire la massima trasparenza ai propri clienti ed è una società leader nel campo della catena di fornitura completamente digitale.

Didrik Bech, AD di Elmatica

Judy Warner: Parlaci brevemente della tua carriera in ambito lavorativo e della storia e del modello di Elmatica.

Didrik Bech: Elmatica è stata fondata nel 1971 ad Oslo, in Norvegia. La società è nata inizialmente come azienda di progetto di PCB, poi ha aggiunto la possibilità di produrre i PCB e in ultimo è diventata una società che si occupa esclusivamente di brokeraggio di circuiti stampati. La nostra missione è quella di completare il processo di acquisto dei nostri clienti e di fornire ai nostri partner la massima trasparenza nelle transazioni assicurando la responsabilità delle parti in causa. Ciò significa che assicuriamo il corretto ciclo di sviluppo del prodotto dei clienti utilizzando le nostre competenze, principalmente negli ambiti della consulenza, acquisizione risorse, produzione e logistica.

Siamo partner lungo tutto il ciclo di sviluppo del prodotto del cliente; dalla fase dell’ideazione, fornendo consigli, alla fase di progetto, selezionando gli standard e dando una stima dei costi, fino alla verifica della consegna del prototipo iniziale, al contempo assicurando che siano stati selezionati i giusti produttori con i corretti requisiti di conformità per il lancio finale del prodotto. Il nostro sistema monitora, in automatico, tutte le comunicazioni e analizza oltre 100 caratteristiche di ogni PCB, come può essere facilmente visto in ogni preventivo di prezzo. Non offriamo presentazioni PowerPoint elaborate o roboanti piani di marketing, ma forniamo ai nostri clienti trasparenza, mostrando loro cosa facciamo, quando lo facciamo e come lo facciamo. Questi sono gli elementi della nostra filiera digitale e il nostro obiettivo è garantire i prodotti dei nostri clienti.

Ho avuto l’onore di entrare a far parte di questa azienda 8 anni fa e ora sono il terzo amministratore delegato. L’eredità e la cultura della società sono i due pilastri delle responsabilità che devono essere alimentati e sviluppati per assicurare di essere sempre allineati con le future opportunità tecnologiche. Negli ultimi otto anni Elmatica ha sviluppato nuove capacità in ambito IT e questo è stato possibile solo grazie ad un’organizzazione esperta e a proprietari sempre proiettati verso il futuro.

In molte società il personale cambia di frequente, su base quasi annuale. In Elmatica, al contrario, è raro assistere a persone che lasciano la società. Questa stabilità e la passione che abbiamo in quello che facciamo sono valori che trasmettiamo anche ai clienti. Amiamo anche fare le cose a modo nostro, come quando abbiamo creato il nostro primo filmato aziendale ispirato al film di culto “Lock, Stock and Two Smoking Barrels” (Lock & Stock - Pazzi scatenati) ovvero totalmente diverso dai soliti filmati con persone che parlano mentre camminano nell’azienda.  

Warner: Spiegaci esattamente di cosa si occupa un broker di PCB e quali servizi Elmatica offre.

Bech: Alcune persone confondono la figura di un broker con quella di chi effettua trading. Le persone che effettuano trading possono acquistare delle merci e tenerle in magazzino per rivenderle in seguito ad uno o più clienti. Al contrario un broker acquista quelle merci solo quando riceve l’ordine dal cliente, specialmente quando riguarda un prodotto specifico. Noi siamo un broker di circuiti stampati, ovvero il braccio che aiuta il cliente a raggiungere il giusto produttore, offrendo semplicità nel processo di acquisto e trasparenza verso i clienti per quello che riguarda la documentazione, i dati e la conformità.

La trasparenza e l’accesso live ai dati sono trend globali, non solo nel settore dei PCB. Quando acquistate delle uova volete sapere da dove provengono, se sono di produzione organica e sostenibile, se la fattoria dove vengono prodotte è stata ispezionata ed ha passato i controlli, se le galline non vengono allevate in gabbia, etc. Queste sono le aspettative che potete avere riguardo al vostro cibo, ma per soddisfarle dovete fidarvi di soggetti ed attori indipendenti dato che non avete né il tempo né la conoscenza per farlo da voi. Non c’è molta differenza quando si parla di PCB: il cliente vuole sapere cosa accade e avere le giuste informazioni sulla catena di fornitura e qui è dove entra in scena la nostra azienda.

In Elmatica abbiamo suddiviso i nostri prodotti in 4 categorie: consulenza, acquisizione risorse, produzione e logistica. La nostra esperienza ci ha mostrato che essere coinvolti sin dal principio nel processo di sviluppo di un prodotto è un vantaggio per tutte le parti coinvolte. Questo ci fornisce l’opportunità di occuparci delle sfide progettuali, delle tecnologie e della creazione di un progetto del prodotto reale che sia realizzabile. La nostra missione è quella di completare il processo di acquisto del cliente e mediare tra le esigenze del produttore e quelle del cliente stesso e fornire supporto.

Warner: Hai lavorato con numerosi produttori di PCB; quali sono i problemi più comuni che si trovano ad affrontare e in quale modo Elmatica li aiuta?

Bech: Ogni mese abbiamo circa 900 ordinativi verso i nostri fornitori con circa 250 nuovi componenti. Questa mole di lavoro non può essere ottenuta senza la cooperazione quotidiana di vari team di ingegneri di fornitori, clienti e di Elmatica stessa che hanno una conoscenza intrinseca del prodotto e della capacità di ciascun fornitore.

Ogni giorno siamo coinvolti nella fase di progettazione per la produzione o in domande su impedenza, strati, progetti flessibili, gestione termica, alimentazione, tolleranze meccaniche e del rame e molto altro. I nostri clienti spesso ci pongono sfide come suggerimenti per lo stack-up basati su materiali di produzione, capacità minime in termini di dimensioni dei pad e delle tracce, modi differenti di trattarle, da quelli aperti a quelli riempiti al 100% e errori nelle liste dovuti a cambiamenti nei file Gerber o Gerber/Excellon in combinazione con i file ODB++.

Senza menzionare i conflitti a livello di specifiche tra i file Gerber e i documenti di testo, un problema ricorrente che ci ha spinto a creare CircuitData, un linguaggio comune e open source per le specifiche dei vari articoli.

Warner: Elmatica ha sede in Norvegia; quali aree geografiche servite e come affrontate il mercato?  (Ad esempio avete team di vendita regionali o locali?)

Bech: Il nostro quartier generale si trova in Norvegia ma abbiamo team che si occupano di tutta l’Europa, il Sud Africa e la Cina, coprendo 38 paesi in 5 continenti. I nostri team di vendita sono posizionati strategicamente e compiono un lavoro eccezionale nell'assistere i nostri clienti e nel recarsi ovunque ci sia bisogno di assistenza. Nel mondo attuale i dati sono il fattore più importante, tuttavia anche il sistema che viene utilizzato ricopre un ruolo analogamente importante

Noi di Elmatica abbiamo sviluppato un nostro software per la registrazione degli articoli, per i quesiti ingegneristici, per la verifica delle capacità, per il monitoraggio delle comunicazioni e molto altro ancora. Ad esempio il nostro sistema analizza, per ogni richiesta, oltre 108 parametri per determinare il prezzo, i tempi di consegna e per individuare il produttore con la giusta capacità produttiva. Il nuovo sistema, che stiamo già sviluppando, analizzerà oltre 1000 parametri.

Warner: Elmatica ha sviluppato una piattaforma software open source per comunicare l’intento progettuale nell’ambito dei PCB. A cosa serve questa piattaforma e qual è stata la ragione che vi ha spinto a crearla? Come si integra con i file Gerber, IPC-2581 e ODB+?

Bech: Come menzionato in precedenza nel corso degli anni Elmatica si è trovata ad affrontare una complessità crescente nel processo di reperimento dei circuiti stampati. Il mix di specifiche digitali, disegni, PDF, informazioni aggiunte manualmente, che devono essere costantemente interpretate da tutte le parti coinvolte nella catena di fornitura, ha creato un processo dispendioso in termini di tempi e costi. Un linguaggio standardizzato è in grado di far risparmiare tempo e commettere meno errori nel progetto delle schede, nella fase di preventivo dei costi e in quella della realizzazione vera e propria del PCB. CircuitData è una soluzione open source mediante la quale tutte le parti in causa in questo settore possono parlare un linguaggio comune per la specifica degli articoli, per i requisiti, per le note sui cambiamenti e per le domande in area ingegneristica.

Costituisce un’aggiunta ai file che vengono scambiati al momento, come i file Gerbers, ODB++ e IPC-2581 per rispondere a tutti gli aspetti della produzione dove non venivano fornite sufficienti informazioni. CircuitData è open source, per cui tutti possono contribuire, sia nello sviluppo del linguaggio sia per fare in modo che il linguaggio stesso rimanga aggiornato con i progressi del settore.

L’incontro tra Didrik Bech e Judy Warner a In Tempo Reale con IPC video presso l’IPC APEX Expo

Warner: Quali sono le nuove tendenze nell’industria elettronica e quali sono le vostre strategie per affrontare le modifiche del mercato che avverranno nei prossimi 5-10 anni?

Bech: Sappiamo che i dati rivestiranno un ruolo fondamentale in futuro e che il mercato si sta muovendo verso una catena di fornitura totalmente digitale. Nella situazione attuale la catena di fornitura è in parte digitale, in parte basata sui PDF e in parte cartacea, Il processo di monitoraggio e controllo è dispendioso in termini di tempo ed è difficile mantenere un controllo ed avere il quadro complessivo della situazione. Con una catena di fornitura digitale sarà possibile avere un preventivo in modo digitale dall’inizio alla fine implementando automazione, API e Intelligenza Artificiale. Questo consentirà di gestire un maggior numero di richieste in minor tempo, con una precisione ancora maggiore e con lo stesso numero di dipendenti. Rappresenta un vantaggio per tutte le parti coinvolte nel processo di acquisto.

Linee di produzione sempre più automatizzate miglioreranno l’efficienza e ci consentiranno di concentrarci su altri compiti, che creeranno nuovo valore per i nostri clienti. La filiera si è evoluta nel tempo fino ad arrivare ad una complessa catena di progettisti, produttori di OEM, assemblatori, broker, distributori, fabbriche e subappaltatori. Tutti questi soggetti scambiano dati e fanno un lavoro manuale cercando di interpretarli. Noi riteniamo che sia arrivato il momento di sbarazzarsi dei PDF e dare il benvenuto alla catena di fornitura digitale.  

Parlando del futuro abbiamo di recente preso parte all’IPC APEX; abbiamo trovato il discorso di JB Straubel, CTO e cofondatore di Tesla, molto interessate riguardo innovazioni futuristiche, progettazione e la situazione del rame. L’innovazione è diventata sempre più veloce nell’ultimo decennio e continuerà ad accelerare. L'accessibilità ai tool di progettazione e innovazione, PCB e componenti consente anche ai giovanissimi di iniziare a progettare molto presto.

Ascoltare la storia dello sviluppo di Tesla, non solo relativamente alle automobili ma proprio riguardo la compagnia stessa e le loro scoperte ha costituito davvero un’ispirazione. In diverse occasioni ho parlato nella nostra colonna sulla rivista PCB007 “The PCB Norsemen” della situazione del rame, di come avrà influenza sul nostro settore e di come potrebbe potenzialmente cambiarlo.

JB Straubel e Tesla hanno affrontato lo stesso argomento: come il materiale grezzo potrebbe rappresentare una delle sfide più difficili nell’immediato futuro.

La domanda di materiali come rame, solfato di nichel, solfato di cobalto e composti di litio continuerà ad aumentare e la disponibilità di queste materiali sarà limitata. L’unica cosa che possiamo affermare con certezza è che il futuro porterà sfide e opportunità. Noi di Elmatica, tuttavia, siamo convinti che chi perderà il treno digitale ora avrà poi immense difficoltà a riprenderlo in seguito.

About the Author

Judy Warner


Judy Warner has held a unique variety of roles in the electronics industry since 1984. She has a deep background in PCB Manufacturing, RF and Microwave PCBs and Contract Manufacturing with a focus on Mil/Aero applications in technical sales and marketing.

She has been a writer, contributor and journalist for several industry publications such as Microwave Journal, The PCB Magazine, The PCB Design Magazine, PDCF&A and IEEE Microwave Magazine and is an active member of multiple IPC Designers Council chapters.

In March 2017, Warner became the Director of Community Engagement for Altium and immediately launched Altium’s OnTrack Newsletter.
She led the launch of AltiumLive: Annual PCB Design Summit, a new and annual Altium User Conference.

Judy's passion is to provide resources, support and to advocate for PCB Designers around the world.

Follow on Twitter Follow on Linkedin Visit Website More Content by Judy Warner
Previous Article
Come la Modellazione 3D Ha Cambiato la Progettazione Elettronica per Sempre
Come la Modellazione 3D Ha Cambiato la Progettazione Elettronica per Sempre

Oggi è essenziale indagare a fondo sia sugli aspetti meccanici di un PCB che sul sistema che è integrato. N...

Next Article
Il tracciamento di PCB che ottiene i benefici maggiori dal tracciamento automatico interattivo
Il tracciamento di PCB che ottiene i benefici maggiori dal tracciamento automatico interattivo

Sapere quale routing di tracciamento PCB è gestito al meglio dall'instradamento automatico su PCB interatti...